Autori

Valerio Della Scala
Costanza Lucarini

Anno

2021

Abstract

Perché affiancare la linguistica e i suoi strumenti di analisi a un documento tecnico-normativo come il Capitolato speciale d’appalto? L’istanza di una maggiore consapevolezza metalinguistica da parte degli addetti ai lavori, già delineata in alcuni studi lessicografici sulla lingua dell’architettura, si traduce nel presente articolo in un nuovo approccio analitico. Unendo competenze linguistiche e professionali ci si propone pertanto di inquadrare le caratteristi- che lessicali, morfosintattiche e testuali di alcuni Capitolati, al fine di miglio- rarne la leggibilità e la performance. Ci si domanda, infatti, quanto la codifica linguistica e la struttura testuale del Capitolato speciale influiscano sulla rice- zione, sulla dimensione operativa e, più in generale, sulla prassi progettuale. L’esecuzione del progetto avrebbe un decorso meno lungo e più lineare se la lingua fosse meno codificata, o tale codifica è utile e funzionale agli addetti ai lavori? E, in relazione a ciò, che valore ha la consapevolezza metalinguistica degli attori coinvolti nel processo progettuale?

Leggi di più QUI.

Abstract

The paper proposes the use of the Strategic Choice Approach as a way

of structuring the architectural design process, done by individuals and partly supported by meetings and interviews with DMs, experts, and stakeholders. The aim is to stimulate a debate around the use of SCA and its possible merging with architectural design, also analysing how the micro-processes involved in this merging can work in practice. We reflect on the possible use of SCA to determine prescriptive conditions on physical form at a scale that is still intermediate between the single building and the urban tissue: the method is employed as a design tool to provide alternative transformation scenarios. It represents a way of approaching the challenge of planning in an uncertain world, eliciting guidelines and strategies, and furthermore it produces an architectural project or transformation in a physical sense. Moreover, by investigating what occurs during the different micro-processes with the interviewees, we focus on some behavioural issues and effects, in relation to the context, the models of the application and the different entities involved in the interventions. This proposal shows an application to a real-world problem, currently under debate by the City of Turin (Italy), the re-use of abandoned barracks located in a prestigious residential area.